Febbraio 2017 - Gli shampoo naturali

Cons della nat shampoo natur

Lo shampoo, naturale o no, deve lasciare i capelli puliti, morbidi, sani e lucenti. E’ una sfida da non poco per la cosmesi eco-bio, ma la buona notizia è che grazie alle ricerche continue gli shampoo naturali di ultima generazione sono in grado di ridare al capello la sua naturale morbidezza e hanno gli stessi effetti positivi come quelli tradizionali con una serie di vantaggi in più.

Indipendentemente dello shampoo che avete scelto, gli ingredienti principali saranno i tensioattivi. Sono queste sostanze che permettono di rimuovere lo sporco, grazie alla loro struttura chimica che consente di legarsi sia con l’acqua che con i grassi, allentando così la tensione superficiale dei liquidi e permettendo di lavare via lo sporco grasso. I più utilizzati nei detergenti per capelli sono sicuramente i tensioattivi anionici: sono questi che lavano e fanno la schiuma. I più diffusi tensioattivi anionici sono i sodium laureth sulfate (SLES) e sodium lauryl sulfate (SLS): ormai riconosciuti come controindicanti all’uso frequente oltre che potenziali agenti allergizzanti.

I prodotti naturali cercano quindi di affidare la funzione detergente a composti delicatamente attivi derivati da canna da zucchero, dalla polpa delle noci di cocco, da noci dell’albero del sapone o altri tensioattivi di origine vegetale. Addirittura è possibile trovare shampoo a base di oli essenziali, in alcuni casi anche puri al 100% al fine di ristabilire o incrementare il benessere psicofisico e migliorare alcune condizioni fisiologiche.

Uno shampoo con le essenze appropriate è un vero rimedio naturale sia per il corpo che per lo spirito!